Benvenuti nel sito dell'I.C. Simonetta Salacone!


L'istituto comprende tre sedi di scuola Primaria (Iqbal Masih, R. Balzani e C. Pisacane), due di scuola dell'Infanzia (Via Guattari e Romolo Balzani) e due di scuola secondaria di primo grado (F. Baracca e C. Pisacane ). Il territorio di riferimento è quello del V Municipio, Distretto XIV, compreso tra i quartieri Centocelle, Ferraironi, Villa De Sanctis, Torpignattara.

   
   

   

 

GRADUATORIE
 D'ISTITUTO

 

 

 

 

 

   
   

Comunicazioni

Si allega la nota del Comune con cui si posticipa al 30 settembre 2020 il termine utlimo per la presentazione per la domanda di tariffa agevolata per la mensa scolastica

NOTA DEL COMUNE

Pubblicata la lettera del comune di Roma relativa alla dotazione gratuita dei libri di testo agli alunni della scuola primaria residenti nel territorio di Roma Capitale.  

Il Consiglio d'istituto dell'IC Simonetta Salacone

intende esprimersi in merito alla riapertura della scuola a settembre.

Prima di tutto ringrazia la Dirigente che ha sfruttato questo momento per richiedere al Municipio tutti i lavori di cui le strutture hanno bisogno.

Ringrazia poi la Commissione per la Riapertura che sta lavorando seriamente per cercare di proporre delle ipotesi percorribili.

Lamenta la scarsa attenzione della ministra e del governo; è stato ormai riaperto tutto, e per ogni riapertura sono state date modalità e precisazioni; la scuola non solo non si è ancora riaperta ma sono state date delle Linee Guida in ritardo e ancora molto incerte e soprattutto non sono stati garantiti gli investimenti necessari per riaprire nelle condizioni migliori lasciando ogni scuola da sola a fronteggiare la complessa riorganizzazione ( ancora non sono state date delle indicazioni politiche che traducano il parere del Comitato Tecnico Scientifico).

Vuole ribadire dei punti sui quali non si può transigere:

1. La scuola deve essere aperta a tutte le bambine e tutti i bambini, qualunque sia la loro età. Non riaprire per i treenni significa un'altra volta privilegiare la scuola del leggere e dello scrivere, dimenticando che per ogni apprendimento è essenziale ciò che succede nei primi anni di vita.

2. La scuola deve essere a tempo pieno, non solo per rispondere alle giuste richieste del territorio ma perché questa è la scuola nella quale sono possibili modalità di insegnamento sia frontali sia di attenzione e cura dei rapporti interpersonali, con la possibilità di avere successo con bambine e bambini in svantaggio culturale o psicologico.

Perché tutto questo avvenga c’è bisogno del pieno coinvolgimento del Governo, che deve investire sulla scuola, fornendo un numero di docenti e di personale ATA che possa garantire una vera ripartenza .

Roma, 30/06/2020

                                                            Il Consiglio d'Istituto

   
   

Area riservata  

   

Registri elettronici (2)  

   

 

   

GRADUATORIE
 D'ISTITUTO

 


 

 

 

 

INVALSI

   

 OPAC

CATALOGO ONLINE


 


 

   

 

 


 

 

 

 

 

   

   

   

 

   
© ALLROUNDER